Nuovi Quaderni di Capestrano
Libreria Antiquaria di Roma

Chi siamo noi

La denominazione Quaderni di Capestrano nasce dal progetto di una Fondazione che ha sede nel Palazzo De Julis di Capestrano (AQ) il cui scopo è la conservazione e la tutela di documenti, quotidiani, libri del e sul movimento studentesco, operaio e di storia locale.

I Quaderni di Capestrano nascono nell’anno 1993 per volontà del bibliofilo Raffaele Sbardella che comincia l’attività di libraio in Via Pier Luigi da Palestrina. Pubblica il primo catalogo come Miscellanea di opere difficilmente reperibili, rarità bibliografiche, autografi, dediche, testimonianze e documenti di valore storico (citazione della libreria Hoepli); si tratta di 1901 titoli di libri e documenti di buona cultura tra i quali il volume di Piero Gobetti "La rivoluzione liberale" con autografo dell’autore. Il Catalogo inoltre presenta nella prima parte denominata “Inediti e Commenti”,  Il Malinteso di Jean Paul Sartre con il commento di Claudio Pavone e l’altro inedito Colmi e Stornelli di Ettore Petrolini.

L’attività si sposta, in seguito, in Piazza Capizucchi nel Rione Campitelli e continua la pubblicazione e vendita per cataloghi.

La nuova sede, dopo un periodo di sospensione, è in Via Valpolicella 31 dove la denominazione dell’attività diventa Nuovi Quaderni di Capestrano. La libreria abbandona il catalogo cartaceo e inizia a pubblicare le sue proposte in rete. A  questa attività si affianca una sezione dedicata al restauro e alla rilegatura di libri.